Programma per dimagrire la pancia – cos’è e a cosa serve




Uno degli errori più frequenti di chi vuole dimagrire la pancia è quello di cercare di farlo senza avere un chiaro obiettivo e senza sapere la situazione iniziale.

Nutraceutico o Integratore alimentare naturale consigliato:Cerotti detox Liver King - Guaina per dimagrire

 

Questo è uno degli errori più frequenti e quasi certamente porta al fallimento, se non nel breve, quasi sicuramente nel medio lungo periodo.

Non è un caso che i professionisti più seri tra personal trainer e dietologi, per aiutare a dimagrire la pancia la prima cosa che fanno è capire la situazione presente della persona. Tutto questo ha un senso. Per fare una metafora, cercare di perdere grasso senza sapere quale sia la percentuale presente è un pò come voler arrivare a Roma senza sapere da dove si parte. Se partiamo da Milano è un conto, se partiamo da New York tutto un altro. Diverse saranno le tempistiche, i mezzi di trasporto e ovviamente i costi.

Un programma per dimagrire la pancia è perciò fondamentale per ogni persona che sia intenzionata a ridurre il proprio peso.dimagrire la pancia, dieta-per-dimagrire

Per prima cosa, si deve iniziare col conoscere la situazione iniziale. Questo non significa solamente il peso corporeo. Questo infatti è costituito da una percentuale che deriva dalla massa grassa, che si vuole eliminare, ma anche dalla massa  magra cioè tutto ciò che non è grasso (muscoli, organi e ossa). Due persone possono pesare uguale ma la prima può avere una percentuale di massa grassa del 30%, mentre la seconda del 10%. In termini di salute e di estetica le cose cambiano molto. I body builders infatti pesano in media molto più di una persona normale, anche di una sovrappeso.

Dunque per conoscere la propria composizione corporea, cioè il rapporto tra massa grassa e massa magra, è il primo passo. Per farlo, specialmente se si è agli inizi, è consigliato il consiglio di un esperto. Spesso nelle palestre si può fare questo veloce test gratis.

Se ci si sente più esperti o tecnologici, l’acquisto e l’utilizzo di un impedenziometro può essere un buon investimento. Questo apparecchio elettronico permette di calcolare le percentuali di massa grassa e magra mandando una piccolissima scossa elettrica (impercettibile per l’uomo) e in base all’impedenza calcola quanto grasso abbiamo addosso.

Una volta capita la situazione iniziale, bisogna stabilire un programma che preveda una meta ben precisa. Dire semplicemente: ‘voglio pesare di meno’, oppure ‘voglio sembrare più snella e sgonfia’ non è abbastanza specifico. Senza specificità nella chiarezza di risultato si alzano le probabilità di insuccesso.

Una meta precisa potrebbe essere ‘voglio avere il 12% di massa grassa’. Questo è preciso e indiscutibile.

Importante inoltre stabilire in termini temporali questo programma. Bisogna evitare di stabilire tempistiche irrealizzabili. Perdere 15 chili in un mese è un obiettivo molto alto e soprattutto poco realizzabile. Capire invece quali sono gli obiettivi realizzabili a seconda della persona dovrebbe essere la cosa fondamentale.

Tutto questo è meglio se si viene aiutati nel stabilirlo, specialmente se si è inesperti.

Infine, un programma per dimagrire dovrebbe essere personalizzato il più possibile e modificato in corso d’opera a seconda dei risultati che si ottengono. Se la percentuale di grasso sta diminuendo troppo poco per i tempi stabiliti, bisogna aumentare gli sforzi. Al contrario, se la perdita è oltre le aspettative, si può alleggerire lo sforzo e magari concedersi qualche sfizio in più.

Spero di essere stato utile e chiaro… buona perdita peso!

Nutraceutico o Integratore alimentare naturale consigliato:Cerotti detox Liver King - Guaina per dimagrire




  Post Correlati

Aggiungi un commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.